Titre

Les rivières volantes vince il Prix Tournesol du Documentaire Vert del 2019!

Sabato 2 marzo i vari premi del Festival di Film Vert sono stati assegnati alla cerimonia di apertura della 14ma edizione, alla Rote Fabrik di Zurigo, alla presenza di numerosi registi e personalità. Il decimo Prix Tournesol per il documentario verde è stato assegnato da una giuria internazionale a Les Rivières volantes, di Aurélien Francisco Barros, Francia, 2017. La giuria ha inoltre deciso di assegnare un "coup de rage" a Vert de rage: Indonésie, le fleuve victime de la mode, di Martin Boudot, Francia, 2017.

Secondo la giuria « Les rivières volantes sono stati la sorpresa più bella di questa selezione del 2019. Un tema completamente nuovo che evidenzia l'enorme resilienza della natura. In un'epoca di molteplici pericoli per la foresta amazzonica, les rivières volantes attraverso una visione affascinante aiutano a comprendere il ruolo essenziale degli alberi. Siamo lieti di assegnare il Prix Tournesol a questo film, che unisce il rigore scientifico e la poesia della natura. »

Ma la giuria ha voluto anche accordare una menzione speciale: « Notre coup de coeur est en fait un coup de rage.» Un film dalla forte carica Vert de rage: Indonésie, le fleuve victime de la mode, ha l'immenso privilegio di confrontarci con le aberrazioni dei nostri stili di vita irresponsabili.

Vert de rage: Indonésie, le fleuve victime de la mode sarà presentato 10 volte dal Green Film Festival.

Il fiume Citarum in Indonesia è il fiume più inquinato del mondo. Uno dei principali inquinatori si nasconde nel nostro armadio: l'industria della moda. 500 fabbriche tessili scaricano le loro acque reflue direttamente nel Citarum. Sul terreno, con l'aiuto di cittadini impegnati, un team di Green Warriors ha analizzato l'acqua della diga industriale, il riso irrigato dal fiume e i capelli dei bambini che vivono in queste zone contaminate. scoprendo la presenza di molte sostanze chimiche pericolose per la salute. Questa indagine scientifica ha costretto il governo a modificare le proprie normative contro l'inquinamento dell'industria tessile.